Chi siamo

Mi chiamo Sabino Forte e sono il Co-titolare dell’azienda agricola di famiglia.

L’azienda ha radici molto lontane, la mia è sempre stata una famiglia di contadini, partendo dal mio trisavolo fino a mio nonno, con piccoli possedimenti terrieri dove si usavano i cavalli per arare i campi, per poi passare a mio padre, che spinto da una grande ambizione, decise di mettersi in gioco e fare le cose in grande. Mio padre ebbe la lungimiranza di capire che l’agricoltura biologica sarebbe stata il futuro, e quindi si adattò al disciplinare del biologico utilizzando fitofarmaci molto meno potenti che però portavano ad avere frutti più sani.

All’epoca fu il primo nel nostro territorio a fare tale scelta, difatti venne spesso messo in dubbio dagli altri agricoltori sulla scelta di fare biologico, in quanto l’agricoltura bio veniva vista come una moda passeggera. Ad oggi molti hanno capito invece che bisogna fare bio per avere una maggiore sostenibilità.

Negli anni dunque mio padre ha cercato sempre più d’ingrandirsi, partendo dunque da nemmeno 1 cm di terra ad avere oggi più di 100 ettari, tra vigneti, frutteti e uliveti.

Negli anni mi ritrovavo a passare estati in campagna dopo la scuola, dando una mano a mio padre ed allo stesso tempo per capirne di più dell’azienda finché in età adulta capì che nonostante l’avanguardia di mio padre, ci fosse bisogno di un ulteriore passo in avanti, la trasformazione della nostra produzione. Ed è per questo che decisi di intraprendere il percorso da Ingegnere Bio-alimentare al Politecnico di Torino, al fine d’avere una visione esterna dal mondo agricolo che potesse permettermi d’approcciarmi alla fase industriale e dunque al consumatore finale.

Negli anni universitari compresi che l’obbiettivo che un ingegnere deve avere è quello di riutilizzare tutto ciò che può essere riutilizzato in un processo industriale al fine di evitare sprechi e di sfruttare appieno le risorse. Ed è proprio qui che s’innesca la creazione del mio Brevetto, sviluppato come tesi magistrale universitaria, dove prendendo come caso esame il vino, si è visto come il riutilizzo delle bucce e dei semi dell’uva, prima della fase di distillazione, potessero garantire profumi e sapori nuovi al vino, donando inoltre caratteristiche biomediche superiori (come ad esempio arricchimento di anti-ossidanti che prevengono l’invecchiamento).

Da qui nasce l’idea di portare sul mercato non solo dei prodotti biologici, che già di base preservano tutte le proprietà benefiche dei frutti, ma allo stesso tempo arricchirli con ulteriori attenzioni del nostro brevetto.

L’attuale Brand nasce con l’ambizione di portare dei prodotti che siano unici dal punto di vista di profumi, sapori e consistenze, ma soprattutto dal punto di vista biomedico, dei prodotti dunque che facciano davvero bene alla salute tramite processi innovativi utilizzati per crearli, il tutto racchiuso in un prodotto moderno, dall’estetica ricercata. Abbiamo deciso di non lasciare nulla al caso.

Carrello0
Non ci sono prodotti nel carrello
0